Decreto-Legge 5 aprile 2001, n. 98 - "Modifica dei termini di durata massima delle indagini preliminari riguardanti taluni delitti contro la personalità dello Stato"

(Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 80 del 5 aprile 2001)

Art. 1.

1. Nell'articolo 406, comma 5-bis, del codice di procedura penale, le parole: "e nell'articolo 407, comma 2, lettera a), n. 7-bis", sono sostituite dalle parole: "e nell'articolo 407, comma 2, lettera a), numeri 4 e 7-bis.".

2. Nell'articolo 407, comma 2, lettera a), n. 4, del codice di procedura penale, dopo le parole: "o nel massimo a dieci anni", sono inserite le parole: ", nonché delitti di cui agli articoli 270, terzo comma, 270-bis, secondo comma, e 306, secondo comma, del codice penale;".

Art. 2.

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sarà presentato alle Camere per la conversione in legge.

Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sarà inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

[Il suesteso decreto legge è stato convertito, senza modificazioni, dalla legge 14 maggio 2001, n. 196 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 121 del 26 maggio 2001 ed entrata in vigore il giorno successivo alla pubblicazione]

[torna alla primapagina]