Penale.it

Google  

 La newsletter
   gratis via e-mail

 Annunci Legali




IN PRIMO PIANO

30 ottobre 2017 - Informatica/Internet (Giurisprudenza)
Corte di Cassazione, sezione V penale, sentenza 19 giugno 2017 (dep. 25 ottobre 2017), n. 49016
Non acquisibili mere trascrizioni di conversazioni Whatsapp in assenza di un'analisi-verifica sul supporto? La soluzione adottata dalla Cassazione, potenzialmente rivoluzionaria


8 agosto 2017 - Informatica/Internet (Giurisprudenza)
Corte di Cassazione, sezione IV penale, sentenza 6 aprile 2017 (dep. 17 luglio 2017), n. 34895
Opposizione a decreto penale di condanna: inammissibile se presentata via PEC.


22 aprile 2015 - Ebook (Link e segnalazioni)
La collana ebook di Penale.it
Ancora piu' titoli nel catalogo della prima collana ebook dedicata esclusivamente al diritto penale.


21 aprile 2015 - Formazione/Convegnistica (Link e segnalazioni)
Penale.it cerca Autori
Una nuova collana di ebook dedicati al diritto penale.


1 dicembre 2014 - Formazione/Convegnistica (Link e segnalazioni)
Tutti i lunedì, gli aggiornamenti di Penale.it. Clicca per iscriverti.


ULTIMI INSERIMENTI

17 luglio 2017- Penale generale (Giurisprudenza)
Corte Costituzione, sentenza 21 giugno 2017 (dep. 17 luglio 2017), n. 205
Illegittimità costituzionale dell’art. 69, quarto comma, del codice penale, come sostituito dall’art. 3 della legge 5 dicembre 2005, n. 251 (Modifiche al codice penale e alla legge 26 luglio 1975, n. 354, in materia di attenuanti generiche, di recidiva, di giudizio di comparazione delle circostanze di reato per i recidivi, di usura e di prescrizione), nella parte in cui prevede il divieto di prevalenza della circostanza attenuante di cui all’art. 219, terzo comma, del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267 (Disciplina del fallimento, del concordato preventivo, dell’amministrazione controllata e della liquidazione coatta amministrativa) sulla recidiva di cui all’art. 99, quarto comma, cod. pen.


1 luglio 2017- Procedura (Giurisprudenza)
Corte di Cassazione, sezione II penale, sentenza 16 maggio 2017 (dep. 22 giugno 2017), n. 31314
Nell'ambito del procedimento penale, l'invio di istanze a mezzo posta elettronica certificata (c.d. PEC) non è consentito alle parti private. Nella fattispecie, l'istanza di rinvio per legittimo impedimento oggetto della doglianza difensiva va considerata irricevibile


28 aprile 2017- Pena/Esecuzione/Sorveglianza (Giurisprudenza)
Corte Costituzionale, sentenza 22 febbraio 2017 (dep. 28 aprile 2017), n. 90
Illegittimità costituzionale dell’art. 656, comma 9, lettera a), del codice di procedura penale, nella parte in cui non consente la sospensione dell’esecuzione della pena detentiva nei confronti dei minorenni condannati per i delitti ivi elencati.


12 aprile 2017- Pena/Esecuzione/Sorveglianza (Giurisprudenza)
Corte Costituzionale, sentenza 8 marzo 2017 (dep. 12 aprile 2017), n. 76
Illegittimità costituzionale dell’art. 47-quinquies, comma 1-bis, della legge 26 luglio 1975, n. 354 (Norme sull’ordinamento penitenziario e sulla esecuzione delle misure privative e limitative della libertà), limitatamente alle parole «Salvo che nei confronti delle madri condannate per taluno dei delitti indicati nell’articolo 4-bis,».


4 marzo 2017- Procedura (Giurisprudenza)
Corte di Cassazione, sezione III penale, sentenza 26 ottobre 2016 (dep. 14 febbraio 2017), n. 6883
No alla lista testi depositata via PEC


4 marzo 2017- Informatica/Internet (Giurisprudenza)
Corte di Cassazione, sezione II penale, sentenza 2 febbraio 2017 (dep. 24 febbraio 2017), n. 9191
La Corte Suprema chiarisce le differenze tra truffa e frode informatica


4 marzo 2017- Procedura (Giurisprudenza)
Corte di Cassazione, sezione III penale, sentenza 19 luglio 2016 (dep. 28 febbraio 2017) n. 9684
Confermato l'orientamento secondo il quale l'estrazione di dati archiviati su un supporto informatico non costituisce accertamento tecnico irripetibile. Ciò anche dopo la legge 48/2008.


25 febbraio 2017- Formazione/Convegnistica (Link e segnalazioni)
Verso il Processo Penale Telematico? Genova, 1° marzo 2017 - UCPI
Dal primo approccio di informatizzazione alla razionalizzazione della Giustizia penale Genova, 1° marzo 2017, ore 14.30 - 16-30 Centro di Cultura, Formazione e Attività Forensi, Via XII Ottobre, 3, Genova (locandina pdf)


15 febbraio 2017- Procedura (Giurisprudenza)
Corte di Cassazione, sezione II penale, sentenza 11 gennaio 2017 (dep. 10 febbraio 2017), n. 6320
Valida la notifica via PEC dal difensore dell'imputato al difensore della persona offesa (ai fini dell'art. 299, comma 4bis, c.p.p.)


26 gennaio 2017- Procedura (Giurisprudenza)
Corte Costituzionale, sentenza 7 dicembre 2016 (dep. 26 gennaio 2017), n. 21
1) illegittimità costituzionale dell’art. 197-bis, comma 6, del codice di procedura penale, nella parte in cui prevede l’applicazione della disposizione di cui all’art. 192, comma 3, del medesimo codice di rito anche per le dichiarazioni rese dalle persone, indicate al comma 1 dell’art. 197-bis cod. proc. pen., nei cui confronti sia stata pronunciata sentenza di assoluzione “perché il fatto non sussiste” divenuta irrevocabile; 2) in applicazione dell’art. 27 della legge 11 marzo 1953, n. 87 (Norme sulla costituzione e sul funzionamento della Corte costituzionale), illegittimità costituzionale dell’art. 197-bis, comma 3, cod. proc. pen., nella parte in cui prevede l’assistenza di un difensore anche per le dichiarazioni rese dalle persone, indicate al comma 1 del medesimo art. 197-bis, nei cui confronti sia stata pronunciata sentenza di assoluzione “perché il fatto non sussiste” divenuta irrevocabile.


6 dicembre 2016- Informatica/Internet (Giurisprudenza)
Corte di Cassazione, sezione II penale, sentenza 20 ottobre 2016 (dep. 14 novembre 2016), n. 48027
Truffe online mediante bonifico: incompetente il giudice del luogo dell'accredito al beneficiario. Si applicano, pertanto, i criteri supplettivi ex art. 9 c.p.


19 novembre 2016- Patrimonio (Giurisprudenza)
Corte di Cassazione, sezione II penale, sentenza 29 settembre 2016 (dep. 14 ottobre 2016), n. 43705
Truffe online: la distanza tra il luogo dove si trova l'agente e quello della vittima comporta la sussistenza dell'aggravante della minorata difesa qualora l'agente ne abbia approfittato


11 novembre 2016- Minori/Famiglia (Giurisprudenza)
Corte Costituzionale, sentenza 12 settembre 2016 (dep. 10 novembre 2016), n. 236
Illegittimità costituzionale dell’art. 567, secondo comma, del codice penale, nella parte in cui prevede la pena edittale della reclusione da un minimo di cinque a un massimo di quindici anni, anziché la pena edittale della reclusione da un minimo di tre a un massimo di dieci anni.


3 novembre 2016- Lavoro (Giurisprudenza)
Legge 3 novembre 2016, n. 199 - Disposizioni in materia di contrasto ai fenomeni del lavoro nero, dello sfruttamento del lavoro in agricoltura e di riallineamento retributivo nel settore agricolo
Il giro di vite, anche penale, sul caporalato


30 luglio 2016- Procedura (Giurisprudenza)
Corte di Cassazione, sezioni unite penali, sentenza 23 giugno 2016 (dep. 21 luglio 2016), n. 31668
Integra remissione tacita di querela la mancata comparizione alla udienza dibattimentale del querelante previamente ed espressamente avvertito dal giudice che l’eventuale sua assenza sara’ interpretata come fatto incompatibile con la volonta’ di persistere nella querela


30 luglio 2016- Procedura (Giurisprudenza)
Corte di cassazione, sezioni unite penali, sentenza 28 aprile 2016 (dep. 6 luglio 2016), n. 27620
Va annullata la sentenza di appello che, riformando l'assoluzione dichiarata in primo grado, non sia stata emessa a seguito di rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale


21 luglio 2016- Procedura (Giurisprudenza)
Corte Costituzionale, sentenza 6 luglio 2016 (dep. 21 luglio 2016), n. 201
Illegittimità costituzionale dell’art. 460, comma 1, lettera e), c.p.p. nella parte in cui non prevede che il decreto penale di condanna contenga l’avviso della facoltà dell’imputato di chiedere mediante l’opposizione la sospensione del procedimento con messa alla prova.


21 luglio 2016- Pena/Esecuzione/Sorveglianza (Giurisprudenza)
Corte Costituzionale, sentenza 31 maggio 2016 (dep. 21 luglio 2016), n. 200
Illegittimità costituzionale dell’art. 649 c.p.p. nella parte in cui esclude che il fatto sia il medesimo per la sola circostanza che sussiste un concorso formale tra il reato già giudicato con sentenza divenuta irrevocabile e il reato per cui è iniziato il nuovo procedimento penale


6 luglio 2016- Informatica/Internet (Giurisprudenza)
Corte di Cassazione, sezioni unite penali, sentenza 28 aprile 2016 (dep. 1° luglio 2016), n. 26889
Captatori informatici: i dicta delle Sezioni Unite "Limitatamente ai procedimenti per delitti di criminalità organizzata, è consentita l'intercettazione di conversazioni o comunicazioni tra presenti mediante l'installazione di un captatore informatico in dispositivi elettronici portatili (ad es., personal computer, tablet, smartphone, ecc.) - anche nei luoghi di privata dimora ex art. 614 c.p., pure non singolarmente individuati e anche se ivi non si stia svolgendo l'attività criminosa". "Per reati di criminalità organizzata devono intendersi non solo quelli elencati nell'art. 51 c.p.p., commi 3-bis e 3-quater, ma anche quelli comunque facenti capo a un'associazione per delinquere, ex art. 416 c.p., correlata alle attività criminose più diverse, con esclusione del mero concorso di persone nel reato".


22 giugno 2016- Informatica/Internet (Giurisprudenza)
Corte di Cassazione, sezione II penale, sentenza 18 febbraio 2016 (dep. 24 maggio 2016), n. 21596
Sulla "ricettabilità" di supporti informatici contenenti dati: il sottile distinguo della Suprema Corte


 

 

 
© Copyright Penale.it - SLM 1999-2012. Tutti i diritti riservati salva diversa licenza. Note legali  Privacy policy